L’edizione 2016 del Codemotion si è da poco conclusa e noi vi raccontiamo cosa è successo.

Uno degli appuntamenti imperdibili per Studio Mado, ogni anno è sicuramente il Codemotion, la conferenza tech più importante per tutti i developers europei.

Il Codemotion Milan 2016 che si è svolto il 25 e 26 novembre, anticipato da due giornate dedicate ai workshops, ha registrato dei numeri davvero strepitosi: quasi 200o partecipanti, tra addetti ai lavori ed appassionati del settore, hanno affollato le sale del Politecnico di Milano che ha ospitato l’evento.

Gli sviluppatori, creativi e programmatori del team Mado (nello specifico Davide, Andrea, Max accompagnati anche da Mauro, Luca e Carlo) non potevano certo mancare quindi ho pensato di raccontarvi il Codemotion anche dal loro punto di vista personale.

L’articolo che state per leggere vi fornirà tante informazioni sulla manifestazione ovviamente ma anche la testimonianza diretta del nostro Andrea Pelosi, co-fondatore, esperto Seo e Web Marketing Strategist, a rappresentanza di tutto il team.

made-code-not-warCodemotion Milan 2016

Esperti italiani e speakers internazionali si sono alternativi durante questa due giorni dedicata al coding e al mondo del tech per parlare e discutere di linguaggi di programmazione, innovazione e nuovi trends.

Workshops, talks, conferenze ma non solo all’interno del Campus Bovisa. Questo è stato decisamente anche l’anno del mondo delle startups, che ha avuto grande sostegno con un’area dedicata alle realtà italiane più interessanti e promettenti. Un modo per farsi conoscere e per mostrare le proprie qualità e condividere i propri progetti.

Tantissime le tematiche affrontate durante il corso del Codemotion Milan 2016, tra cui:

  • Mobile;
  • Game Dev;
  • Security;
  • DevOpss;
  • Architectures;
  • Front-end;
  • Cloud/Big Data;
  • Inspirational;
  • Javascript;
  • Meetup;
  • VR/AR;
  • AI/Machine Learning;
  • Golang;
  • Design/Frontend;
  • Programming.

E’ importante fare una precisazione: il Codemotion non è solo una manifestazione dedicata al tech, ma è anche un momento aggregativo. Studiosi, esperti di caratura internazionale, addetti ai lavori che si incontrano e condividono insieme due giorni di formazione.

Probabilmente non è un caso se gli organizzatori dell’evento hanno eletto “Make code, not war” come leitmotiv dell’edizione 2016. E’ anche il piacere di condividere con gli altri le proprie competenze e conoscenze.

imageCodemotion is…

All’interno del Campus è stato messo a disposizione de pubblico del Codemotion Milan 2016 un grandissimo muro bianco (questo che vedete nella foto che abbiamo scattato), dove poter esprimersi liberamente ed ovviamente la creatività non ha avuto limiti.

Il wall del “Codemotion is…” mi ha dato l’ispirazione per coinvolgere Andrea (Pelosi) durante la realizzazione di questo articolo; gli ho sottoposto alcune domande e la sua testimonianza, in qualità di portavoce del team, vi offrirà una panoramica più intimista, un report del codemotion secondo Studio Mado.

Mi racconta Andrea: “ Il Codemotion è un evento rivolto principalmente ai programmatori sia di backend che frontend ed io oramai programmo poco perchè ho spostato il mio focus di interesse sul Digital Marketing e sullo studio delle strategie Seo (conversioni, traffico, ecc.); ho comunque deciso di andare a Milano per cogliere l’occasione anche di trascorrere un po’ di tempo fuori dall’ufficio con il team, divertendosi insieme.“.

E prosegue: “In realtà poi ho partecipato attivamente e con grande entusiasmo all’evento. Ho seguito quanti più talks possibili, ogni ora uno diverso, per avere poi a fine giornata una prospettiva molto ampia e per indagare, se così vogliamo dire,  il lato più tecnico del nostro lavoro. E’ sempre fonte di ispirazione captare le innovazioni tecnologie del settore, come per esempio BigData, Cloud, nuovi framework, nuovi servizi amazon web service, da utilizzare poi per lo sviluppo.

Sugli aspetti del Codemotion che più lo hanno colpito, Andrea afferma: “Ho trovato estremamente interessante ascoltare gli speeches degli speakers esteri che collaborano con aziende di grande prestigio e livello, quali ad esempio Google, Microsoft, MusicMatch. Inoltre, ritengo sia fondamentale confrontarsi anche con i colleghi per capire pregi e difetti dei nuovi trends, individuare su quale tecnologia puntare per gli anni a venire e quali tematiche è necessario approfondire (linguaggi di programmazione, database, server, servizi web, sicurezza e così via).“.

E per finire un’ultima riflessione: “Gli interventi programmati erano tanti, quindi ho cercato di diversificare il mio percorso di formazione durante questi due 2 giorni milanesi, con l’intento di assimilare a grandi linee il mercato attuale e le prospettive future. Mi è stato chiaro, ancora una volta, che lo sviluppo web è in pieno fermento e se non si riesce ad evolversi, si viene sorpassati dalla concorrenza: insomma chi si ferma è spacciato!“.

coding-codemotionConclusioni

In qualsiasi ambito, nel lavoro così come nella vita quotidiana, il fattore che mi affascina di più è sicuramente quello umano, ecco perchè nel nostro mini reportage del Codemotion, ho scelto di dedicare la mia attenzione all’aspetto tecnico dell’evento e alla prospettiva personale in egual misura.

La tecnologia si alimenta grazie al progresso e all’innovazione ma sarebbe nulla senza gli esseri umani, non ci sarebbe nessuno in grado di utilizzarla e farla evolvere.

Ringrazio Andrea per la sua collaborazione, e tutto il gruppo Mado che ovviamente vi dà appuntamento  al prossimo anno per il Codemotion 2017. Nel frattempo, buon coding a tutti! :)

Marinella Di Mario
Written by Marinella Di Mario
Social Media & CopyWriting