Con l’ultima versione di Facebook Search le nostre ricerche diventano sempre più personalizzate.

Facebook Search: find the people and posts that matters you the most.

Così ha definito lo stesso Facebook il suo strumento di ricerca, ed è evidente che l’intento primario è puntare sull’empatia. Traduciamo: “per trovare le persone e i posts che più contano e sono importanti per te.”. Per te, ovvero una ricerca finalizzata a soddisfare le esigenze del singolo, quindi personalizzata e personalizzabile.

In effetti nelle ultime settimane la search ha ampliato le sue traiettorie. Gli sviluppatori di Facebook affermano che la search ora è migliore di come sia mai stata in passato ed esortano gli utenti ad utilizzarla al massimo delle sue potenzialità.

Presentando le nuove funzionalità di Facebook Search al pubblico, sono 3 gli aspetti principali su cui è stata costruita la strategia di marketing e comunicazione della società:

  • Find any posts you’ve seen before on Facebook: ovvero adesso hai la possibilità di rivivere i tuoi ricordi preferiti. E’ possibile recuperare vecchi posts, video, foto, links, e molto altro, semplicemente digitando la parola chiave (o l’argomento) nella barra di ricerca.
  • Explore the world beyond your News Feed: scopri cosa sta dicendo il mondo in questo momento sugli argomenti che più ti interessano, con risultati sempre aggiornati e personalizzati.
  • Connect with people, whatever they’re old friends or new: certo puoi trovare subito i tuoi amici, quelli che già fanno parte della tua rete, ma ora attraverso la ricerca puoi entrare in contatto anche con tanti amici nuovi, che magari non conosci ma che dovresti o potresti.

Ogni giorno Facebook deve gestire un bilione e mezzo di ricerche effettuate dai suoi utenti; non siamo ancora sui livelli di Google che è il motore di ricerca per eccellenza (con i suoi 3 bilioni e mezzo di richieste giornaliere) e che non è limitato ai soli contenuti interni, ma sono comunque numeri che fanno riflettere.

Tante novità per Facebook Search

Andiamo ora ad esplorare più nel dettaglio quali sono le possibilità che ci offre Facebook nel suo impegno per offrirci modalità di ricerca sempre più personalizzabili e significative.

Facebook SearchAd oggi, ogni qualvolta cercate qualcosa utilizzandoo la barra “Cerca su Facebook”, che generalmente trovate in alto a sinistra, Facebook Search vi proporrà una serie di risultati, suddivisi per 10 categorie principali:

  • Tutti: ogni tipo di contenuto (ed il primo modulo che vi verrà suggerito);
  • Post;
  • Persone;
  • Foto;
  • Video;
  • Pagine;
  • Luoghi;
  • Gruppi;
  • App;
  • Eventi.

La ricerca avviene tramite parole chiave quindi Facebook vi mostra tutto ciò che è presente all’interno del suo portale, ogni contenuto in cui si faccia riferimento all’informazione, alla persona, alla parola, al nome, e così via, che state cercando.

Se in passato i risultati mostrati erano primariamente quelli postati e condivisi dalla vostra rete di amici e contatti, ora invece Facebook Search vi propone anche i post pubblici, ovvero quelli pubblicati da tutti gli utenti presenti sulla piattaforma.

In pratica avrete a disposizione una vetrina per essere sempre aggiornati su quello di cui si sta parlando in un determinato momento. “As you type, we’ll highlight things that are happening right now so you can follow popular stories as they unfold.”, così recita l’annuncio ufficiale.

filtri facebookPuoi filtrare i risultati!

Un’altra innovazione che arriva grazie all’ultima versione di Facebook Search è la possibilità di customizzare i risultati della ricerca. Ogni singolo utente potrà esplorare i contenuti che Facebook ha trovato in base alla parola chiave (o serie di parole chiave) attraverso l’applicazione di filtri.

Come vedete dalla foto che vi abbiamo riportato qualche riga sopra, nella colonna di sinistra della pagina dei risultati che vi verranno proposti, troverete una serie di filtri che potrete utilizzare per rendere la vostra ricerca sempre più personalizzata. Analizziamoli un attimo:

  • Pubblicate da. Potete decidere se consultare i contenuti pubblicati da tutti, solo da voi, solo dai vostri amici, nei gruppi in cui siete iscritti, oppure dai vostri amici e nei gruppi. Esiste anche una sesta opzione che vi consente di scegliere una sorgente a piacere; ad esempio potreste cercare i post scritti solo da una determinata persona, inserendo il nome nello spazio vuoto.
  • Contenuti pubblicati nel gruppo. Smista i risultati tra tutti i gruppi presenti su Facebook oppure solo quelli a cui siete iscritti voi.
  • Luogo taggato. Ricerca per contenuti geo-localizzati.
  • Data di pubblicazione. Potete decidere se lasciare la ricerca ad ampio raggio temporale, in qualsiasi momento, oppure se concentrarvi all’interno di un anno specifico.

E’ sempre più evidente l’obiettivo della nuova di Facebook Search: trovare (e ritrovare) con semplicità e velocemente i contenuti (ed i ricordi) che ti stanno più a cuore. Vivere il presente senza perdersi mai niente.

search-engine-optimization-586422_640Esistono fattori Seo?

Forse molti di voi si staranno chiedendo: ma chi decide quali risultati farmi vedere per primo? Pare che siano addirittura 200 i fattori che influenzano la Facebook Search e tra di essi sicuramente troviamo la nostra identità, le nostre abitudini, a quali post mettiamo mi piace, con chi interagiamo più spesso, quali pagine seguiamo.

Esiste quindi un ranking, ma possiamo davvero parlare di fattori SEO? Non c’è dubbio che se il nostro obiettivo è ottenere maggiore visibilità, ci possano essere dei valori imprescindibili da perseguire: sui motori di ricerca tradizionali, così come all’interno delle piattaforme social.

Giorgio Taverniti, nella sua famosissima rubrica su Youtube “Fast Forward” (dedicata ad internet e al Web Marketing) proprio poche settimane fa, ha affrontato questo argomento delineando 5 elementi fondamentali da non sottovalutare:

  1. Entrare in contatto con le persone;
  2. Interazione: è essenziale essere presente nel suo mondo, e di conseguenza anche in quello dei suoi amici;
  3. Qualità: in un settore competitivo come il social media marketing, se si vuole uscire dall’anonimato, bisogna fare le cose perbene;
  4. Tempistica: focalizziamoci su un argomento specifico e cerchiamo di creare tanti contenuti (di qualità), in modo tale da essere sempre sul pezzo e cavalcare l’onda del momento;
  5. Presenza della parola chiave all’interno del contenuto: “Facebook da grande peso al nome di quello che state ottimizzando, che sia il nome di una pagina, il titolo di un video o un nome di un luogo.” afferma Taverniti.

[Se volete guardare l’intervento nella sua interezza, vi rimandiamo direttamente al video. Cliccate su questo link.]

contatta-studio-madoConclusioni

L’universo social e il mondo digital sono in continua e costante evoluzione e non c’è dubbio che anche la Facebook Search cambierà ancora, raffinandosi sempre di più.

Il successo sul web non arriva per caso, ma è il frutto di un lavoro preciso, attento e programmato, e continuativo nel tempo.

E’ necessario avere piena consapevolezza delle potenzialità che si celano all’interno del Social Media Marketing. La gestione amatoriale dei profili social di un’azienda non è la soluzione adatta per raggiungere obiettivi strategici.

Occorre avvalersi della collaborazione di marketers ed analisti professionisti, con competenze specifiche e che sono in grado di analizzare i trends ed individuare la strategia più efficace da attuare.

Ti serve aiuto nella gestione della tua pagina Facebook? Vorresti aprirne una ma non sai come fare e non sai cosa pubblicare? Contattaci per una consulenza personalizzata, saremo felici di rispondere alle tue domande e proporti le nostre idee ed il nostro supporto. Ci trovi qui! 🙂

Marinella Di Mario
Written by Marinella Di Mario
Social Media & CopyWriting