Con il Facebook Remarketing chi visita il tuo sito web si trasforma in un cliente acquisito.

Chiudiamo il nostro excursus sulle tecniche di retargeting più efficaci, occupandoci oggi delle strategie da utilizzare quando si decide di attuare una campagna di Facebook Remarketing. Analizziamo insieme i vantaggi che possiamo ottenere e gli errori da evitare.

Abbiamo dedicato ampio spazio nelle scorse settimane a Google Adwords e a Google Remarketing e riteniamo opportuno soffermarci un attimo anche sulle possibilità offerte da Facebook.

Il retargeting è un alleato estremamente prezioso per la pubblicità online. Per quanto conosciuto possa essere il vostro brand, o bellissimo il vostro sito, o grande la vostra fan base è impossibile convertire ogni singola visita al vostro sito tutte in una volta.

Ci sarà sempre qualcuno che alla fine decide di non comprare il vostro prodotto o non iscriversi alla vostra newsletter, o perlomeno non subito; ecco allora che il remarketing ti offre la possibilità di far ritornare gli utenti del web sul tuo sito e ricordare loro che da te possono trovare quello che stanno cercando o di cui necessitano.

Nel caso specifico del remarketing con Facebook ad esempio è uno strumento perfetto per incrementare la vostra brand-awareness e generare dei leads. E’ ovvio però che per raggiungere i risultati sperati, è necessario elaborare una strategia appropriata.

Facebook-users-are-olderCome funziona Facebook Remarketing?

Partiamo da un presupposto: quasi mai gli utenti del web decidono di procedere con acquisto alla prima visita. Preferiscono fare ulteriori ricerche, confrontare i prezzi, prendersi un pò di tempo per pensarci insomma. E’ facile intuire allora le potenzialità del remarketing.

Quando qui parliamo di Facebook Remarketing, ci riferiamo al Website Costume Audience, che racchiude le attività di remarketing offerte dalla piattaforma pubblicitaria del portale.  Citiamo fonti ufficiali: “Con il pubblico personalizzato da sito web, Facebook ti offre la possibilità di coinvolgere nuovamente le persone che hanno già visitato il tuo sito e raggiungerle con un’inserzione per farle ritornare.

Probabilmente vi starete chiedendo come fa Facebook a sapere chi sono gli utenti che sono già stati sul vostro sito; a livello operativo il meccanismo è semplice: attraverso ciò che in gergo si chiama snippet di codice, che viene fornito dalla piattaforma e che bisogna inserire nel codice html delle pagine del vostro sito, il pixel comincerà a registrare le attività degli utenti che vengono a visitare il vostro portale.

Con tutte le informazioni raccolte è quindi possibile creare la vostra costume audience, ovvero un gruppo di persone specifiche che possono essere raggiunte attraverso la pubblicità su Facebook (Facebook Ads), e costruire la campagna di remarketing più efficace raggiungere gli obiettivi prefissati.

E’ un modo eccellente per coinvolgere nuovamente gli utenti che in passato hanno già mostrato un interesse verso i vostri prodotti e la vostra azienda. “Dopo la creazione, il pubblico personalizzato dal sito web viene visualizzato nello strumento per la creazione delle inserzioni come opzione per la definizione del pubblico. Scegli il pubblico personalizzato dal sito Web per raggiungere i clienti con un’inserzione di Facebook o aggiungi altre caratteristiche per ottenere una copertura maggiore.“.

Il Web Costume Audience di Facebook Marketing opera attraverso vari livelli di targetizzazione e diversi gradienti di approfondimento:

  1. chiunque abbia visitato il sito internet;
  2. utenti che hanno navigato all’interno di pagine specifiche;
  3. utenti che hanno visitato una certa pagina ma nessuna delle altre;
  4. utenti che non hanno visitato il tuo sito in tempi recenti;
  5. una combinazione di utenti personalizzabile (che potete creare aggiungendo altri parametri e metriche demografiche ad esempio).

Il denominatore comune è la necessità di catturare l’attenzione della vostra audience, dare loro un buon motivo per tornare sul vostro sito web e concludere l’acquisto che avevano lasciato in sospeso la prima volta che era arrivati sul vostro shop, o registrarsi alla vostra newsletter se ancora non l’hanno fatto.

Oltre al pubblico personalizzato, si possono implementare campagne per raggiungere gli utenti che hanno usato la vostra applicazione, così come le persone che fanno già parte della vostra fanbase sulla pagina Facebook aziendale; inoltre è anche possibile creare un “similar audience”, per entrare in contatto con un altro gruppo di persone su Facebook che non sanno chi siete ancora, ma che hanno caratteristiche comuni agli utenti che già vi conoscono ed hanno utilizzato il vostro sito web.

facebook-remarketingErrori da evitare

Il focus di Facebook Remarketing sono quegli utenti che già nutrono un interesse per la vostra azienda ed è un valore aggiunto molto importante.

Analizziamo adesso brevemente quali sono i vantaggi principali che ne derivano e come questo può aiutare il vostro business online:

  • costo per click meno elevato: se siamo riusciti nell’intento di creare la migliore strategia possibile, le campagne di remarketing su Facebook hanno un costo minore rispetto ad altre azioni;
  • offre livelli altissimi di conversione;
  • incrementa il ROI (ovvero il ritorno di investimento);
  • capitalizza al meglio le potenzialità delle campagne ads attraverso il social media marketing.

Senza dubbio il remarketing attraverso la piattaforma di Facebook è uno strumento di elevata qualità ma da solo non basta a garantirvi il successo. Le procedure tecniche devono essere coadiuvate da scelte strategiche vincenti, altrimenti i vostri sforzi sono inutili.

Per ricapitolare, vediamo quali sono alcune best practices da mettere in atto:

  • prima di ideare una campagna, pensate strategicamente a quali sono i vostri obietti perchè parte tutto da lì;
  • analizzate attentamente e scrupolosamente la vostra audience: dovete avere ben chiaro chi sono i vostri utenti e cosa vogliono;
  • create il vostro pubblico personalizzato intercettando coloro che già sono in sintonia con la vostra azienda: visitatori abituali, utenti che hanno già comprato da voi in passato così come coloro che invece alla fine si sono tirati indietro, ed anche i vostri fans su Facebook (che spesso sono i veri ambasciatori del brand);
  • non dimenticate mai che la chiave di svolta è la targetizzazione!.

Ricordate sempre che sul web la competizione è altissima quindi per spiccare rispetto alla concorrenza è necessario fare uno sforzo in più, creando contenuti di qualità e di valore per l’utente, e riuscire ad interpretare i bisogni delle persone per essere poi in grado di offrire loro delle soluzioni.

ideasRiflessioni conclusive

Facebook ha una base mensile di utenti attivi pari alla popolazione della Cina e 22 bilioni di clicks sulle campagne pubblicitarie che vengono create ogni anno. Sono numeri pazzeschi. E’ chiaro che sarebbe assurdo non approfittare di questa opportunità, soprattutto in un’epoca sempre più digital e social come quella moderna.

Il retargeting può assumere varie forme e dimensioni certamente, ma il dato straordinario per quanto riguarda il Facebook Remarketing è la sua qualità performante: garantisce un livello di engagement tre volte superiore persino rispetto al semplice Facebook Ads.

Naturalmente, per ottenere risultati soddisfacenti, è necessario avere competenze tecniche più radicate, non basta l’estro creativo. Bisogna essere attenti, formati ed avere la piena consapevolezza di come funziona il web marketing. Le buone intenzioni non sono sufficienti, serve la guida di professionisti.

Se avete domande o semplicemente volete approfondire il discorso, siamo a vostra disposizione. Non esitate a contattarci! 🙂

Marinella Di Mario
Written by Marinella Di Mario
Social Media & CopyWriting