Twitter è ancora rilevante? La risposta è sì ed oggi ti spieghiamo perchè e come usarlo al meglio.

Sappiamo tutti benissimo quanto siano importanti i social media a livello aziendale, in una società come quella odierna sempre più evoluta e mobile, dove gli utenti del web si trasformano in possibili e potenziali clienti.

“Ma quali social devo usare? Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, Pinterest? Tutti quanti o solo uno?”, sicuramente ve lo sarete chiesto spesso se avete un’attività. Non esiste un numero scientifico che vi garantisce il successo, dipende da quali sono gli obiettivi specifici che desiderate raggiungere attraverso il Social Media Marketing.

Per scegliere quale piattaforma utilizzare è necessaria una prima fase di analisi, è un processo strategico. Tre linee guida fondamentali:

  • Opportunità: dov’è la mia audience di riferimento e il mio target di potenziali clienti quale social utilizza?.
  • Modalità: è in grado la mia azienda di raccontare una storia che funziona su quel determinato social x?.
  • Campo d’azione: inteso come settore di appartenenza; dove sono i miei competitors e come utilizzano i loro accounts aziendali?.

I social sono un alleato prezioso e, se parte integrante della strategia di marketing, possono portare grandi benefici. Personalmente ritengo che Twitter sia quello più “umano” e l’unico in grado di creare un rapporto reale e diretto tra un’azienda e il suo pubblico. Vedremo tra poco come ciò sia possibile.

Come funziona Twitter?

È stato fondato nel 2006 negli Stati Uniti e tecnicamente viene definito una piattaforma di micro-blogging, ma ciò non significa che sia un social di solo testo, tutt’altro. Si possono pubblicare foto, caricare video, postare gif, fare campagne pubblicitarie.

Originariamente vi era un limite massimo di 140 caratteri per singolo tweet (così è chiamato un contenuto che viene pubblicato su Twitter), ed erano conteggiati anche link e foto. Con il tempo queste restrizioni sono scomparse e si è arrivati lo scorso autunno ad una nuova fase: attualmente tutti hanno a disposizione 280 caratteri di testo.

È stata una scelta essenziale, soprattutto per agevolare gli utenti che parlano lingue dalla grammatica complessa o con un vocabolario di parole molto lunghe; ora i marketers, ma anche le persone comuni, hanno la possibilità di esprimere la propria creatività in uno spazio più ampio.

Twitter è uno strumento molto semplice da utilizzare ed immediato: è il momento, è ciò che accade adesso nel mondo!. Il ceo Jack Dorsey: “Twitter è dove le persone esprimono le loro passioni, condividono le proprie opinioni, si connettono con gli altri e scoprono cosa sta succedendo nel mondo in tempo reale“.

Ed è proprio nel real time che questo social mostra la sua essenza più vera e potente e sovrasta tutti gli altri. Gli utenti che utilizzano Twitter sono portati alla scoperta, hanno un mindset aperto e vogliono vedere cosa c’è di nuovo in giro, venendo in contatto con nuove persone ed anche nuove aziende.

Una delle caratteristiche distintive della piattaforma è la sua natura relazionale: attraverso i contenuti si creano delle conversazioni ed è possibile sviluppare una comunicazione bi-laterale tra brand e singolo utente, risultato quasi impossibile da ottenere con gli altri social media.

Quindi per le aziende: “Twitter è il luogo migliore per creare conversazioni che aiutano gli utenti, che li educano e li supportano, offrendo loro un’esperienza da godere. È il luogo dove avvengono le interazioni autentiche“.

L’algoritmo di Twitter funziona per livello di engagement, ovvero i tweets che ricevono più interazioni (like, condivisioni, menzioni, ecc.) saranno quelli che poi avranno un ranking migliore e di conseguenza continueranno ad avere maggiore visibilità nella timeline.

Esistono degli accorgimenti che ci consentono di ampliare il nostro raggio d’azione e raggiungere quanti più utenti/potenziali clienti possibili; vediamone alcuni nel dettaglio:

  • Riutilizziamo i tweets più efficaci: analizzando le prestazioni dei contenuti pubblicati sul nostro profilo, possiamo capire quale o quali hanno ottenuto maggiore successo e possiamo tranquillamente decidere di utilizzarli nuovamente dando loro nuova vita;
  • Sperimentiamo con il tempo: proviamo a postare ad orari diversi durante la giornata per verificare qual è il lasso di tempo (mattina? pomeriggio? durante la settimana o il weekend?) in cui la nostra audience è più attiva e ricettiva su Twitter. L’obiettivo è essere presenti, quando lo sono anche gli utenti!;
  • Diamo spazio ai video, che stanno diventando il formato più apprezzato sui social media perchè sono immediati ed hanno un impatto visivo molto elevato, catturando la curiosità e l’attenzione del pubblico;
  • Usiamo gli hashtags in modo strategico: è il modo migliore per canalizzare i nostri contenuti all’interno di una conversazione più ampia già in atto e fare real time marketing. Con gli hashtags giusti gli utenti possono trovarci proprio mentre stanno parlando di un argomento specifico che gli interessa o di una causa/evento che gli sta a cuore.
  • Utilizziamo Twitter Ads per promuovere e fare pubblicità al nostro brand.

Se vogliamo avere successo non dobbiamo mai dimenticarci dei nostri followers: coinvolgiamoli, rispondiamo sempre alle loro domande, prendiamocene cura e soprattutto cerchiamo di offrire loro contenuti di valore, utili, interessanti e divertenti. Dobbiamo essere una fonte di notizie attendibile, non raccontiamo bugie, perchè sui social state pur sicuri che verrete scoperti, con effetti negativi ed altamente controproducenti per la vostra azienda.

Evitiamo di parlare solamente di noi stessi, di quanto siamo bravi o di quanto sono belli i nostri prodotti, ma piuttosto parliamo con i nostri utenti: l’interazione deve essere il focus primario, non tartassateli soltanto con messaggi promozionali perchè altrimenti rischiate di perdere la loro simpatia molto velocemente.

Twitter Ads

È necessario soffermarci un attimo sullo strumento di advertising messo a disposizione da Twitter per creare campagne pubblicitarie, customizzate su misura per raggiungere gli obiettivi specifici di ogni azienda.

Lo scopo principale è intercettare nuovi utenti, amplificando la potenza e la visibilità del vostro messaggio ed al tempo stesso creare un buzz attorno ai prodotti/servizi dell’azienda.

Twitter Ads è semplice da utilizzare e non richiede un budget minimo specifico: si paga solo in base ai risultati che si vogliono ottenere (acquisizione di followers, aumento del traffico verso il sito web, e così via).

Esistono 6 tipologie  fondamentali di campagne pubblicitarie:

  • Awareness: vogliamo che quante più persone possibili vedano il tweet che abbiamo pubblicato.
  • Followers: vogliamo aumentare il numero degli utenti che ci seguono.
  • Promoted Video Views: vogliamo che i nostri video siano visti da un numero sempre maggiore di persone.
  • Website Clicks or Conversions: promuoviamo i nostri contenuti affinché gli utenti poi siano indirizzati sul nostro sito, aumentando le visite e le conversioni.
  • Tweets Engagement: vogliamo ottenere likes e re-tweets ed in ultima istanza far sì che quanti più utenti possibili parlino di noi e del nostro business.
  • App Installs: promuoviamo la nostra applicazione mobile per incrementare i downloads.

A livello pubblicitario Twitter offre quindi diverse soluzioni ed ovviamente il supporto di un team di marketers professionisti è essenziale per analizzare il contesto ed individuare l’opzione più efficace.

Riflessioni Conclusive

Twitter è l’ora, il momento, l’adesso!. È una finestra sempre aperta su tutto ciò che accade nel mondo in ogni istante, un social iperattivo ed interattivo.

Una piattaforma dalle grandi potenzialità, che però richiede attenzione e cura giornaliera.

Sembra una banalità, ma credetemi, non esiste cosa peggiore per un utente che arrivare sul profilo di un’azienda e trovarlo privo di contenuti e non aggiornato. Certo, non c’è una legge che vi obbliga a postare tutti giorni, anche perchè se non si ha niente di interessante da dire è meglio tacere, però è essenziale che il profilo abbia una continuità.

Ricordate: se avete un business (piccolo o grande che sia il vostro brand) non potete permettervi di aprire una pagina Twitter ed abbandonarla. Esserci non è sufficiente, dovete agire: partecipate alle conversazioni, interagite con i vostri followers, dialogate insieme a loro, ma entrate in contatto anche con coloro che invece ancora non vi conoscono.

Una volta individuati gli obiettivi aziendali da raggiungere, nulla deve essere lasciato al caso, e la creatività da sola non basta, serve un approccio strategico, e noi siamo qui per aiutarvi! Costruiremo la social media strategy più adeguata, in accordo con le vostre esigenze specifiche e con il budget a disposizione, e troveremo il tono di voce aziendale giusto per voi.

Volete lanciarvi nel mondo di Twitter e capire quali benefici potete ottenere con il social media marketing? Siete curiosi di capire meglio come funzionano le campagne pubblicitarie di Twitter Ads per dare slancio al vostro brand? Non aspettate oltre e chiamateci subito! I nostri contatti li trovate sempre qui. 🙂

Marinella Di Mario
Written by Marinella Di Mario
Social Media & CopyWriting