utilizzare seo o sem

Le imprese che desiderano promuovere il proprio business online spesso ci chiedono se sia preferibile utilizzare la SEO o la SEM, considerandole quindi due strategie contrapposte e non compatibili.
In realtà, scopriremo che sono due facce della stessa medaglia che possono interagire e supportarsi a vicenda.

In questo articolo, ci soffermeremo su:

  • SEO vs SEM
  • Quali sono i vantaggi della SEO
  • Quali sono i vantaggi della SEM
  • Come combinare SEO e SEM in una strategia integrata

SEO vs SEM: qual è la strategia vincente?

Sono molti i fattori che fanno propendere per la SEO piuttosto che per la SEM.
In primo luogo, dovrai considerare il budget che hai a disposizione e l’orizzonte temporale entro il quale vuoi vedere i primi risultati. La strategia SEM permette di ottenere subito un ROI elevato che raggiungerà un certo livello destinato a rimanere costante nel tempo. Con la strategia SEO, avrai un ritorno dell’investimento inizialmente poco evidente, che però crescerà nel tempo secondo una parabola ascendente.

È chiaro che la redditività di una campagna SEM è misurabile con i risultati generati nell’orizzonte temporale in cui la campagna è attiva, e a conclusione della campagna sarà quindi pari a zero. La redditività della SEO si manterrà invece costante nel tempo.

E in termini di visite?
Sicuramente, le visite raggiunte tramite le campagne SEM saranno notevolmente superiori a quelle generate dalle attività SEO, almeno nel breve periodo. Se invece consideriamo un orizzonte temporale più lungo, noteremo che con le campagne SEO otterremo traffico al sito anche per mesi e mesi dopo aver concluso la strategia SEO. Per questo, la scelta tra SEO e SEM si basa sempre sul budget a disposizione e, soprattutto, sull’orizzonte temporale entro il quale vogliamo raggiungere gli obiettivi.

Se l’obiettivo è a breve termine, la scelta dovrà ricadere sulla SEM; se, invece, abbiamo un obiettivo a medio-lungo termine, la strategia da preferire è quella SEO. Se il budget lo consente, è possibile coniugare campagne di SEM per portare risultati concreti nel breve periodo e allo stesso tempo realizzare strategie SEO per ottenere un ROI elevato nel lungo periodo.

È chiaro che non sempre si tratta di scegliere tra SEO vs SEM, ma è possibile combinare le due strategie per incrementare le probabilità di successo nel tempo.

Ma come funzionano SEO e SEM? Quali sono i vantaggi di queste due strategie?
Vediamo di analizzarle separatamente.

seo vantaggiI vantaggi della SEO

L’ottimizzazione SEO è un’attività fondamentale per assicurare visibilità al tuo sito sui motori di ricerca.

Indubbiamente, rispetto alla SEM, è un’attività in grado di garantire molti vantaggi, soprattutto nel lungo periodo.

Eccoli:

  • Cost per clic: il traffico della ricerca organica è gratuito. Non esistono costi per click o impression.
  • Maggiore click-through rate: è risaputo che la maggior parte degli utenti clicca sui risultati organici. È importante investire nella SEO per garantirsi le prime posizioni tra i risultati di ricerca.
  • Più fiducia: gli utenti si fidano di più dei risultati organici rispetto agli annunci sponsorizzati. Essere visibili permette alla nostra azienda di distinguersi dalla concorrenza.
  • Brand awareness: gli utenti si fidano di più di un marchio che compare tra i primi risultati rispetto ai marchi che non hanno una buona presenza sul web.
  • Vantaggio competitivo: una strategia SEO è più difficilmente imitabile dai concorrenti rispetto a una strategia SEM.

Nel lungo periodo, quindi, una buona attività SEO dà molti più risultati di un’attività SEM.

sem vantaggiQuali sono i vantaggi delle attività SEM?

Creare una campagna SEM è utile per promuovere un prodotto, un servizio o un’iniziativa la cui durata è limitata nel tempo. Disponendo di un budget specifico, si può decidere di investire in SEM piuttosto che in SEO poiché si potranno ottenere risultati immediati.

Vediamo quali sono i vantaggi dell’attività SEM:

  • Posizione: pagando è possibile comparire in alto nella prima pagina dei risultati di ricerca.
  • Annunci più efficaci: testo, call-to-action, chiamate, ecc. sono tutti elementi su cui è possibile agire per migliorare l’efficacia degli annunci.
  • Budget: è possibile definire con precisione la spesa giornaliera da investire nella campagna.
  • Migliore definizione del target: con le campagne SEM è possibile definire geografia, lingua, dispositivi, keyword e molto altro. Il traffico organico, invece, non è molto preciso in quanto potremmo generare ricerche da utenti che non sono interessati al nostro prodotto o servizio.
  • Maggiore velocità: una strategia SEM permette di ottenere risultati in breve tempo.
  • Possibilità di effettuare A/B test: è possibile confrontare più strategie con riscontri immediati.

L’attività SEM è sicuramente da preferire se si desidera ottenere risultati nel breve periodo e se si dispone di un budget specifico.

Di contro, si tratta di una strategia facilmente imitabile da parte dei competitor e, soprattutto nei settori più competitivi, emergere richiede sforzi elevati.

Come combinare SEO e SEM in una strategia integrata

In realtà, combinare SEO e SEM risulta la strategia vincente e questo per una serie di motivazioni che analizzeremo nel seguito.

Sicuramente, SEO e SEM sono due strumenti potenti che favoriscono le fasi del customer journey, dalla scoperta alla ricerca, fino alla conversione e vendita.

Scegliere la giusta strategia dipende da molti fattori quali: il livello di visibilità organica del sito, gli obiettivi, il modo in cui il brand o prodotto si inserisce nel customer journey del cliente.

La soluzione migliore è combinare le due strategie, e questo perché:

  • Grazie alla SEM siamo in grado di alimentare il traffico del nostro sito, e maggiore traffico si traduce in un miglioramento del posizionamento organico.
  • Le keyword più performanti per il traffico organico possono essere utilizzate per realizzare campagne SEM e targetizzare in maniera efficace i click delle campagne a pagamento.

seo vs semConsiderazioni conclusive

Interpretare meglio l’intenzione di ricerca degli utenti è il desiderio di ogni azienda per poter generare nuove conversioni. Attraverso un’analisi della coda lunga lato SEO e delle effettive ricerche generate sulla base delle nostre keyword in Adwords abbiamo modo di tenere sotto controllo il mutare dell’intenzione di ricerca dei nostri potenziali clienti.

Inoltre, quando il traffico PPC risulta molto costoso, è bene lavorare in sinergia con un buon posizionamento lato SEO, per la coda lunga dei quei termini. In questo modo, sarà possibile ottenere nel tempo traffico di buona qualità da un posizionamento naturale, e creare elenchi di pubblico in Adwords per spingerlo alla conversione con campagne PPC.

Un ultimo spunto riguarda poi la condivisione delle informazioni tra chi si occupa di SEO e chi si occupa di PPC. Tante informazioni che riguardano l’ingresso di un nuovo competitor, la presenza di portali di riferimento o semplicemente un nuovo modo di percepire il prodotto non vengono immediatamente condivise tra i due comparti, quando potrebbero diventare azioni concrete per miglioramenti progressivi.

SEO e SEM richiedono pertanto un lavoro in sinergia costante per riuscire a sfruttare appieno i vantaggi di entrambi gli strumenti.

Valeria Olivato
Written by Valeria Olivato