scrivere sul web

Scrivere per il web richiede di seguire alcune regole fondamentali. In questa guida ti sveliamo cosa devi fare per scrivere sul web in maniera efficace.

Uno dei punti più importanti e controversi quando ci si appresta a scrivere sul web riguarda la struttura dell’articolo: molti non sanno da dove partire quando si tratta di creare una struttura ad hoc per un post del blog.

Noi di Studio Mado ti avevamo già parlato di come si scrive un blog aziendale, oggi vogliamo concentrarci sulla struttura del testo e fornirti alcune regole base per permetterti di avventurarti nell’insidioso mondo della scrittura per il web.

struttura post blogStruttura di un articolo: perché è importante

Un articolo ben strutturato ti servirà ad innescare nel lettore il processo di inbound marketing, ovvero ti permetterà di far trovare il tuo articolo da una serie di persone interessate al tuo prodotto/servizio, attirarle e farle diventare prima dei contatti e successivamente dei clienti.

Per questo motivo, il blog è uno strumento decisivo, ecco perché la struttura di un articolo può aiutarti a realizzare questo obiettivo. La schematizzazione, infatti, ti consente di individuare gli elementi importanti per i tuoi lettori, farti trovare sui motori di ricerca e offrire le informazioni che servono ai tuoi futuri clienti. Ma da dove cominciare per creare la struttura più efficace?

Per realizzare la struttura di un articolo il più possibile efficace occorre seguire uno schema verticale, dall’inizio alla fine del post. Ecco gli elementi su cui dovrai porre attenzione.

Struttura di un articolo: headline e sottotitolo

L’headline è il primo punto da cui dovrai partire per strutturare il tuo articolo. È l’elemento che esprime le tue intenzioni e quello che intendi comunicare al lettore, una sintesi essenziale di ciò che offri. Invoglia il lettore a leggerti, è la promessa che fai al tuo pubblico. Come deve essere un headline efficace? Deve informare ma anche emozionare. Puoi scriverlo tenendo a mente due fronti: i motori di ricerca e il titolo della tua pagina web.

Il tag title è un titolo rivolto ai motori di ricerca e ad apparire nella serp, dovrà essere creato rispettando le regole di SEO copywriting. Ovvero, prevedere al suo interno la keyword più importante e non superare la lunghezza di 65 battute per non essere troncato da Google.

Un’altra cosa è l’h1 della tua pagina web, che può essere più lungo e pertanto potrà essere strutturato e scritto in maniera più creativa.

All’h1 segue solitamente un sottotitolo, una stringa di testo che viene utilizzata per approfondire l’headline. Serve ad analizzare quanto detto nel titolo – più conciso e diretto – fornendo maggiori informazioni al lettore, aiuta ad approfondire e contestualizzare il titolo. Visivamente ha un impatto minore, avendo un font più piccolo.

Il tag title viene accompagnato dalla metadescription, una stringa di testo che serve a descrivere in maniera concisa il contenuto di una pagina web, viene utilizzata nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca per visualizzare l’anteprima o il frammento di una determinata pagina. Anche la metadescription deve essere scritta seguendo delle regole precise.

scrivere contenuti webStruttura di un articolo: l’introduzione

Sapevi che le persone non leggono un articolo dall’inizio alla fine, ma si concentrano sul primo paragrafo? Si tratta infatti dell’elemento più importante, quello su cui si focalizza l’attenzione dei lettori. La maggior parte del tempo trascorso su una pagina web, infatti, si concentra sull’above the fold. Vale a dire nella sezione di testo in cui si trovano titolo, sottotitolo e primo paragrafo.

Dovrai dunque organizzare la struttura del tuo articolo in modo da rispondere alle domande del pubblico nell’introduzione, far capire subito l’argomento e cosa tratterai nell’articolo. E quali sono i vantaggi se gli utenti continueranno a leggere. La strategia migliore è quella di introdurre un aspetto problematico, renderlo impellente e proporre di risolverlo nella continuazione dell’articolo.

Struttura di un articolo: il corpo del post

Il corpo del post rappresenta il cuore dell’articolo: qui dovrai concentrare tutto quello che hai di importante da dire, enunciare motivi e vantaggi della lettura, dare tutte le informazioni che servono al lettore per approfondire l’argomento.

L’introduzione mirava a far arrivare il lettore proprio in questa sezione del testo: ovviamente non dovrai disattendere le attese, ma concentrare qui il vero contenuto dell’articolo, organizzando la struttura nel miglior modo possibile. Come? Dividendo il testo in temi ulteriori e più specifici, che aiutino il lettore a muoversi all’interno del tuo contenuto. Dovrai strutturare il testo seguendo la schematizzazione in h3, elementi che identificano i temi di approfondimento per il lettore.

Tale struttura facilita anche la visualizzazione su mobile del tuo contenuto: infatti, realizzando un articolo con un titolo descrittivo nei vari header e aggiungendo un menù interno con le ancore, potrai dare delle indicazioni esaustive sui temi affrontati nel post e aiuterai il lettore a navigare nel contenuto in modo semplice e rapido.

come scrivere un sito webStruttura di un articolo: la conclusione

La chiusura di un articolo è anch’essa importante, l’interesse infatti presenta una curva crescente rispetto alla parte centrale. Pertanto nella conclusione devono essere inseriti 2 elementi fondamentali:

  • Una sintesi degli argomenti trattati per richiamare l’attenzione sul tema dell’articolo
  • Un’eventuale call-to-action per spingere il pubblico all’azione, in un’ottica di inbound marketing.

Nella parte finale dovrai giungere a una conclusione, magari presentando dei risultati e dando una spiegazione del problema trattato fino a quel momento. Se vuoi far fare al lettore un’azione specifica, questo è il momento di portare a termine il tuo obiettivo: ad esempio, inserendo dei link a delle pagine commerciali del tuo sito, oppure invitando il lettore a contattarti per una richiesta di preventivo, o ancora a lasciare un commento per esprimere un’opinione sull’argomento.

Le call-to-action ovviamente dovranno essere pensate ad hoc e modificate di volta in volta a seconda dell’obiettivo finale, ma la conclusione rimane una sezione utile per spingere il lettore all’azione e fargli una richiesta specifica.

agenzia web marketing bologna faenzaScrivere per il web: consulenti al tuo servizio

In questo post abbiamo discusso di come deve essere una struttura di un articolo efficace e interessante. Presentare quello che si ha da dire nel modo migliore, curando attentamente la schematizzazione della propria presentazione, rappresenta il punto chiave quando parliamo di scrittura per il web. I vari passaggi del contenuto dovranno essere strutturati in maniera precisa, dando maggiore o minore importanza alle diverse sezioni.

Vuoi approfondire l’argomento? I nostri consulenti possono fornirti indicazioni utili e aiutarti a realizzare contenuti per il web che siano in grado di attirare i tuoi clienti. Contattaci per una consulenza!

Valeria Olivato
Written by Valeria Olivato